Back to top

Come interpretare i movimenti delle medie mobili

Come interpretare i movimenti delle medie mobiliSapere come interpretare i movimenti delle medie mobili rientra tra i principi fondamentali per guadagnare nel trading online.

Lo scopo delle medie mobili è quello di ridurre al minimo le fluttuazioni dei prezzi, “filtrando” le quotazioni dalle distorsioni derivanti dai rumours dei mercati. L’utilizzo delle medie mobili è semplice, ma il valore di una sola media mobile (MA) non basta per ottenere una valida lettura. Per riuscire a comprendere al meglio le medie mobili dobbiamo fare delle comparazioni:


1. Confronto storico.
2. Accostamento tra due o più medie mobili diverse.
3. Paragone con i prezzi di mercato.

Confronto storico. Per analizzare i valori precedenti della media mobile possiamo precisare tre diverse fasi:
- La prima è quando la media mobile presenta una tendenza rialzista o ribassista ben definita, vuol dire che il mercato è in una situazione di trend. Non ha importanza se alcune candele del nostro grafico si muovono in senso opposto alla tendenza primaria, se la media mobile non cambia direzione conferma che la tendenza dei prezzi non è cambiata. Inoltre, l’inclinazione della linea esprime la forza del trend. Se l’aumento dell’inclinazione è positivo segnala un’accelerazione del trend al rialzo e viceversa. Mentre una riduzione dell’inclinazione esprime che il trend sta esaurendo la sua forza.

- Quando la MA è piatta denota che il mercato si trova in uno stadio di congestione. E’ bene precisare che spesso l’uscita da una fase laterale avvia un movimento direzionale interessante.

- Quando la MA cambia di direzione ci troviamo in presenza di un’inversione di tendenza. In queste condizioni può essere rischioso aprire nuove posizioni. Questo segnale deve sempre trovare delle conferme attraverso dei strumenti di analisi dei mercati che possono essere grafici o indicatori.

L’accostamento tra due o più medie mobili con caratteristiche diverse è il metodo più usato dai traders. Con due medie mobili calcolate in periodi diversi otteniamo dei segnali operativi interessanti:
- La media veloce è quella più vicina ai prezzi, individua la tendenza media nel breve periodo.

- La media lenta esprime il comportamento dei prezzi su un periodo più lungo. Quando le medie mobili si allontanano i prezzi stanno accelerando e il movimento di breve periodo è più veloce di quello che si vede nel lungo termine. Mentre quando le medie si avvicinano il mercato è congestionato e le forze sono bilanciate.

- Quando la media veloce incrocia quella lenta è l’istante in cui il movimento di breve periodo può superare quello di medio/lungo periodo. Operativamente ci sono buone possibilità che questo movimento possa continuare ancora per un po’ di tempo.

Paragone con i prezzi di mercato
- Laddove i prezzi incrociano una media mobile dal basso verso l’alto indicano un segnale di acquisto, viceversa esprimono un segnale di vendita.

- in questo caso la media mobile funziona anche da livello di supporto e resistenza che segue il movimento dei prezzi e che svolge anche la funzione di trailing stop, comportandosi come dei stop loss in movimento che cavalca il trend di base. Nei periodi di alta volatilità la MA si allontana dai prezzi, permettendoci così di seguire l’andamento e fare la chiusura delle operazioni non con troppo anticipo. Quando invece le quotazioni rallentano la MA si avvicina cercando di capire l’istante in cui il mercato inverte la sua direzione.

Guida Forex online: