Back to top

Come fare soldi nel forex trading

Come fare soldi investendo nel Forex Trading

L’appiattimento dei mercati lascia sempre meno alternative valide ai risparmiatori che cercano nuove soluzioni per guadagnare, difficile trovare dei prodotti finanziari validi per investire oggi con pochi soldi. Complici la recessione economica, ma anche l’inizio traballante del 2016 che con la frenata dell’economia cinese ha spiazzato tutti. Facendo definitivamente crollare anche l’ultimo baluardo degli investimenti tradizionali: gli hedge fund. Anch’essi in crisi con costi troppo alti e con un rendimento medio del -1% nell’ultimo triennio. Ecco che il forex e il trading online pare siano l’unica forma di investimento veramente interessante.


Come fare soldi nel forex trading? Banche e Brokers fanno a gara per mettere a disposizione dei piccoli/medio grandi investitori strumenti all’avanguardia per spianargli la strada in questa nuova realtà. Mercati completamente diversi e difficili da digerire, soprattutto per chi è sempre stato abituato per decenni ad investire i propri soldi in bot o buoni postali. Il forex trading, per molti italiani, è una novità assoluta. In realtà è un settore consolidato in ampia crescita ma con una nuova filosofia di investimento.

La dimostrazione pratica la vediamo quando ci rechiamo allo sportello della nostra banca, la quale anche lei, oggi, si presta ad offrire e vendere servizi dedicati al trading online.
Ma le banche italiane sono veramente all’altezza della situazione? Al momento, no e vi spiego il perché!

Banche e Brokers i gemelli diversi

Da BancoPosta fino a Banca Sella (in mezzo ci sono tutte le altre) vengono lanciati nuovi prodotti finanziari che seguono le stesse logiche finanziarie dei broker che troviamo online, solo che quest’ultimi è da anni che propongono questa tipologia di servizi. Le stesse prestazioni che oggi le banche mettono a disposizione dei propri clienti: piattaforme tecnologiche per fare negoziare, strategie d’investimento, assistenza dedicata e formativa. Mentre le Banche presentano questi servizi come una novità assoluta. In realtà il trading online esiste da diversi anni. Eppure fino a ieri le banche lo hanno sempre sconsigliato ai loro clienti. Oggi però, diventando l’unica concreta soluzione per come fare soldi, viene promosso anche dal sistema bancario.

Gli istituti di credito rimescolano le carte e si presentano come grandi esperti di questo mercato. Però c’è una grande differenza tra una banca ed un broker che troviamo su internet. Quest’ultimo ha già maturato molto esperienza sul campo, competenze che le banche non hanno. Inoltre, molti intermediari online operano con concessioni rilasciate da organi di vigilanza estere che gli consentono di offrire dei servizi che le banche italiane non possono dare. Uno su tutti è il trader automatico, strumento che permette ai neofiti o all’investitore impegnato di copiare le operazioni dei trader più esperti direttamente sul proprio conto. Un metodo collaudato da anni che ci permette di fare soldi senza necessariamente essere dei professionisti della finanza!

Inoltre, le piattaforme forex dei Broker online sono sperimentate da anni ed hanno performance operative di gran lunga migliori di quelle offerte dagli istituti di credito italiani. Solo Fineco Bank può vantarsi di avere un programma di forex trading all’altezza, soprattutto da quando ha iniziato ad offrire i Contracts for Difference (dal mese di maggio 2016). Tutte le altre banche negoziano con piattaforme di trading troppo giovani e limitate per essere considerate convenienti ed affidabili.
Non solo, fare trading con i CFD raddoppia le nostre probabilità di fare soldi in quanto si tratta di uno strumento (derivato) in cui il prezzo è basato sull’andamento di un sottostante (valuta, indice, titolo, materia prima, azione, obbligazione o altro).

Con l’esplosione del trading online è difficile decidere con chi operare, personalmente credo che la scelta del Broker debba essere di carattere personale. Per l’investitore l’intermediario deve essere come un vestito su misura. Senza mai dimenticare che, oggi, un broker online ci può dare le stesse garanzie di una qualsiasi banca italiana. Solo che il primo ha già maturato una grande esperienza!

Guida Forex online: