Back to top

Le nuove misure espansive di Draghi

Le nuove misure espansive di DraghiMaggio 2014. I numeri uno della Fed e della Bce hanno contribuito a: la Yellen ad innescare una correzione sui titoli tecnologici Usa. Mario Draghi a portare la divisa unica al di sotto di 1,38 contro l'USD promettendo nuove misure espansive nel mese di giugno.

Mentre le principali materie prime mettono a segno delle performance deludenti: il petrolio ha oscillato attorno ai 100 $, l’oro non si è mai allontanato dai 1300 dollari l’oncia.



Le nuove politiche monetarie di Draghi interessano valute, azioni e obbligazioni, ma i più coinvolti sono i traders del forex, che hanno gli occhi puntati sulle politiche del quantitative easing. Da tempo il numero uno dell’Euro Tower promette “misure non convenzionali” di politica monetaria per svalutare l’euro. Secondo i principali analisti il target della discesa finale potrebbe aggirarsi attorno a quota 1,27.

Tra i non ferrosi il nickel è stato il protagonista principale di questa settimana (dal 5 al 9 maggio). La notizia dell’interruzione della produzione alla miniera di Goro in seguito ad un incidente, ha rafforzato un trend già rializista per via delle restrizione indonesiane e alla crisi ucraina. Le quotazioni hanno superato i 20mila dollari per tonnellata, con notizie di corsa all’immagazzinamento in Giappone e Cina anche da parte di investitori finanziari.

Il rame si è aggirato attorno ai 6700. Lo zinco è sceso sui 2020, dove inizia una buona area di supporto, mentre l’alluminio è ripiombato a 1950.

Da Piazza Affari
Finale d’ottava in ribasso per tutte le borse europee, con gli investitori che hanno preferito liberarsi dalle posizioni a rischio. Preoccupati dalle notizie provenienti dall’Ucraina.

I dati macroeconomici della produzione industriale italiana di marzo hano deluso gli analisti, calando dello 0,5% rispetto il mese di febbraio e dello 0,4% su base annua. Malgrado questo il rendimento dei btp a 10 anni si è spinto su un nuovo minimo storico al 2,9%. Anche se l’andamento dei titoli di stato non è riuscito a coprire le perdite sui bancari, che dopo un’ottava in rialzo, alcuni istituti sono stati fortemente colpiti dalle vendite.

Guida Forex online: