Back to top

Nuovo minimo del cambio euro dollaro

Nuovo minimo cambio Euro DollaroDicembre 2014. Il nuovo minimo del petrolio nel primo giorno di contrattazioni del mese a 63,70 dollari al barile, ha contribuito a trascinare al ribasso le materie prime, portando l’oro e argento ai livelli di febbraio 2010, rispettivamente sui 1150 e 14,65. Da qui è iniziata la reazione indicativa, con rialzi medi superiori al 5%, nonostante il nuovo minimo annuale del cambio euro dollaro, fatto registrare venerdì a 1,2280 dopo la diffusione degli ottimi dati sul tasso di occupazione statunitense.



Le Borse europee mettono a segno il rimbalzo dopo i forti cali di giovedì, innescati dalla decisione della Bce di guadagnare tempo sul Quantitative Easing. Piazza Affari è maglia rosa con un rialzo del 3,41% e supera la barriera dei 20mila punti (20.087), mentre sul mercato obbligazionario lo spread archivia l’ultima seduta sotto la soglia dei 120 punti base (119).

Il bilancio finale del listino milanese ha visto l’indice Ftse Mib salire dello 0,36%, All Share +0,4%. A trainare Milano ci pensano i bancari, sul podio salgono: Intesa Sanpaolo (+7,05%), Bper (+6,05%), Ubi (+6,01%). Ma lo slancio maggiore arriva da Fca-Fiat con un progresso dell’11,37% in scia all’annuncio del convertendo da 2,5 miliardi di euro.

Male, anzi malissimo Saipem che perde il 19,07% a causa della decisione della chiusura del gasdotto South Stream.

Sulle altre piazze spicca il +2,39% di Francoforte con l’indice Dax che tocca il record a 10.087 punti.

La nota negativa
L’agenzia di rating americana Standard & Poor’s declassa l’Italia a quasi livello spazzatura: la valutazione è BBB-.
Uno schiaffo che fa male e che rischia di bruciare all’apertura dei mercati. La bocciatura è giustificata dal forte debito pubblico accompagnato da una crescita impercettibile e da una bassa competitività.

Guida Forex online: