Back to top

Come uscire al momento giusto dai mercati

Come uscire al momento giusto dai mercatiTutti coloro che giocano in borsa si chiedono in continuazione quale sarà il momento migliore per uscire dai mercati. Peccato che non esistono strumenti in grado di darci con precisione questa informazione. Però, semplicemente osservando alcuni comportamenti, potremmo riuscire nell’eroica impresa di imparare come uscire al momento giusto ottenendo un discreto margine di successo.

  • Come scegliere di uscire dai mercati

Ipotizziamo che il mercato ha un grosso buy program che è giunto al termine, ed il trend si è girato, quale potrà essere il segnale che ci dirà che i grandi operatori sono usciti dalle loro posizioni? - Nessuno!

Purtroppo non esiste alcun segnale in grado di avvisarci in anticipo. Così come non ci sono indicatori che ci dicono quando entrare nel mercato!
Però, seguendo dei principi fondamentali del day-trading, possiamo trovare degli indizi che potrebbero risultare vincenti in fase operativa.

  • Come comprendere i movimenti delle "mani forti"

Per capire questi aspetti bisogna fare un piccolo passo indietro, ricordando a tutti che gli operatori di Wall Street hanno due modi per guadagnare:

  1. Con le commissioni bancarie.
  2. Shortando i premi delle opzioni.

Chi pensa che i grandi investitori guadagnano con la compravendita dei titoli azionari si sbaglia. Infatti, per loro è molto più redditizio manipolare i livelli delle opzioni in modo da poterli shortare. Per questa ragione, quando notate una scadenza accoppiata ad un determinato livello, non bisogna allarmarsi di rotture (al rialzo o al ribasso) dei futures e possiamo tradare contro tutte quelle potenziali rotture. Perché gli operatori torneranno a shortare subito le call o le put non permettendo che i futures effettuino rotture rovinando la loro strategia.
Non appena gli operatori shorteranno le put e le call forzeranno gli strike ad un livello tale che riusciranno ad ottenere il massimo rendimento a spese dei piccoli investitori.

Capire in quale direzione andrà la scadenza è semplice: quando siamo in chiusura delle scadenze delle opzioni, bisogna capire a quale prezzo la maggior parte dei titolari di opzioni verrà ripulita.

Uscire dai Mercati

I titolari di centinaia di migliaia di contratti lasciano sempre traccia del loro passaggio. Se non li vediamo uscire, vuol dire che hanno altri progetti per il giorno seguente. Quasi sempre, una chiusura estrema sul massimo è studiata nei minimi dettagli per attirare i buyer dei mutual funds all’apertura del giorno dopo. Le mani forti forzeranno il mercato più in alto dell’apertura costringendo gli shorter a coprirsi nell’area di overlap entro le ore 10:00. Da qui, usciranno dalle posizioni long andando in short.

La prassi vuole che nella maggior parte dei casi entrano ed escono con coperture di opzioni, in modo tale che l’uscita del giorno dopo non può avvenire fino a quando tutte le opzioni non aprono dopo le 10:00.

  • Come programmare l’uscita

Fondamentale è controllare ininterrottamente il tempo necessario alla distribuzione dei contratti o azioni per uscire completamente da una posizione. Di solito servono alcune ore, se osserviamo un grafico a 5 o 15 minuti riusciremo a riconoscere i segnali di liquidazione in corso. Poi non ci rimane che analizzare grafici su timeframe più piccoli, ad un periodo di due o tre ore di distribuzione “flat”, in modo che quando viene rotto il minimo orario possiamo shortare, protetti da uno stop, in largo anticipo prima che compaia un’indicazione sul grafico giornaliero.

Piattaforma di Trading Demo o Reale senza Download

Guida Forex online: