Back to top

Cicli economici

Cicli economiciIn economia esistono dei principi fondamentali e meccanismi che ci aiutano a capire le leggi macroeconomiche. Questi strumenti sono degli utili indicatori per confrontare la realtà dalla teoria, in particolare per riuscire a fare le scelte giuste in funzione del periodo. Un argomento scottante soprattutto in questa stagione economica particolarmente segnata dalla crisi, dove tutti si chiedono, quando finirà?



Viene quindi naturale descrivere i cicli economici che sono raffigurati nell'immagine a lato. Come potete vedere graficamente, il ciclo economico è una semplice sinusoide che si muove fluttuando le variabili macroeconomiche nel tempo come: il Pil, l'occupazione, la produzione industriale, vendite al dettaglio, ordinativi all'industria, scorte delle imprese e dei grossisti, redditi delle famiglie, ordini beni durevoli, spese per i consumi.

A periodi di benessere seguono intervalli di recessione, che portano malesseri sociali come la disoccupazione. In economia, i cicli economici hanno diverse periodicità che sono divise in 4 categorie:
1. Breve periodo (non superiori ad un anno).
2. Media durata (8 - 10 anni).
3. Cicli di lungo periodo. questo fenomeno si registra ogni due o tre cicli di media durata.
4. Cicli lunghissimi, fatti che avvengono in concomitanza di rivoluzioni tecnologiche.

Il ciclo economico che stiamo vivendo in questi anni dovrebbe essere il secondo (media durata). Uso il condizionale perché, in teoria, il medio periodo prevede una recessione compresa tra 1 e 3 anni. Nel nostro caso è molto più lunga e non accenna a diminuire. Ma i dati teorici più interessanti da evidenziare sono le sue caratteristiche che, quantificano la ripresa dai 3 ai 6 anni. Le pressioni inflazionistiche incominciano dopo il punto di minimo e proseguono oltre il punto massimo.

La parola "depressione" viene espressa per cicli di 3-5 anni che registrano una crescita negativa. "Recessione economica" indica periodi più brevi, generalmente trimestri di crescita negativa. "Contrazione" esprime delle fasi di crescita, ma inferiori rispetto ai precedenti.

La durata di un ciclo economico si manifesta per la comparsa di tendenze inflazionistiche come: aumento delle scorte (materie prime), diminuzione delle scorte industriali (lavorati e semilavorati), risparmio inferiore agli investimenti, domanda superiore all'offerta.

Il periodo di recessione di un ciclo economico dipende dalle tendenze inflazionistiche: diminuzione delle scorte, aumento delle scorte industriali, risparmio maggiore degli investimenti, domanda inferiore all'offerta.

Guida Forex online: