Back to top

Come fare trading con i CFD

Come fare trading con i CFDOltre a non pagare la tobin tax, fare trading con i CFD significa aumentare le nostre possibilità di guadagno, essendo uno strumento poliedrico, adatto sia per i principianti che per i trader esperti, ci mette nelle condizioni di gestire il rischio e di renderlo più redditizio del trading automatico.

Cosa sono i CFD (Contracts for Difference)
I contratti per differenza sono uno strumento finanziario che ci permette di operare a margine, sfruttando le fasi rialziste e ribassiste del forex, dei mercati azionari, delle commodities, degli indici, futures e opzioni.

Contratti trasparenti che possono essere regolati solo per contanti.
Praticamente sono un contratto normalissimo dove due controparti (broker e trader) si impegnano reciprocamente a pagarsi la differenza tra il prezzo di un bene al momento dell’apertura della posizione ed il prezzo alla chiusura della posizione. Accordo nel quale nessuno dei due è in grado di influenzare i mercati.

Tutti i vantaggi dei CFD
Sono quattro i principali privilegi dei CFD: liquidità, short selling, rollover e leva finanziaria. Però, oltre allo strumento finanziario anche la scelta del broker inciderà sul risultato finale. Se per esempio facciamo trading con i CFD sul forex, non solo avremo dei vantaggi diversi rispetto a fare trading con i CFD sulle materie prime o sulle azioni. Anche le caratteristiche dell'intermediario incideranno sul nostro investimento.

La liquidità
Il primo grande vantaggio dei CFD è la liquidità. Pensate di acquistare 100 barili di petrolio nell’economia reale, questo significherebbe portarsi a casa 100 barili. Acquistare un titolo è la stessa cosa. Con la netta differenza che, se voglio vendere questi barili nell’economia reale devo trovare un’acquirente, mentre nel trading online non serve trovare una controparte. Infatti, è sufficiente aprire una posizione con i CFD ed il gioco è fatto. Nel mercato reale uno dei problemi più grandi è proprio la liquidità. Incognita inesistente con i CFD, dato che c’è un intermediario (broker) che ci pagherà la differenza tra il prezzo di apertura e di chiusura della posizione.

Short selling (possibilità di vendere allo scoperto)
Se nel mercato reale vendiamo un’azione allo scoperto per guadagnarci bisogna attendere che il suo valore si deprezzi. Questo significa che, degli speculatori, possono innescare delle logiche perverse dei prezzi per far in modo che un’azienda o un titolo vada male. Con i CFD questo non può accadere perché non è legato alla domanda e all’offerta del mercato. Questo raddoppia le nostre possibilità di guadagnare in quanto possiamo ottenere dei profitti sia dai mercati in rialzo che da quelli in ribasso, in quanto nessuno potrà impedirci di aprire una posizione short.

Rollover
Ogni contratto ha una scadenza, ciò significa che verrà chiuso a prescindere dai profitti o dalla perdita. Il compito del trader è quello di raggiungere un guadagno prima del termine. La procedura per trasferire la scadenza si chiama rollover e, generalmente ma non obbligatoriamente, questa avviene quando i mercati sono fermi (nel fine settimana). Praticamente viene cambiato il bene sottostante del CFD. Questo ci permette di lasciare aperta la posizione finché non decidiamo di chiuderla. Questa variazione del contratto comporta un’ovvia variazione di prezzo chiamati gli interessi di rollover, si tratta di un adeguamento equo dove il trader non sarà ne favorito e nemmeno penalizzato. Fondamentale è sapere anticipatamente le modalità e le procedure del rollover del broker con il quale intendiamo lavorare.

Leva finanziaria
La leva ci permette di scambiare un contratto senza disporre del capitale richiesto, per far questo basta un versamento di un margine. Il capitale richiesto inizialmente viene chiamato margine di garanzia ed è calcolato in base alla volatilità giornaliera del titolo. Dal momento che non esiste uno scambio del bene con i CFD, non serve avere l’intero valore del bene sottostante, è sufficiente un margine per coprire un’eventuale differenza a nostro sfavore. Questo ci permette di fare trading anche con capitali limitati, l’importante è optare per dei brokers che dispongono di un’ampia gamma di leverage.

Le migliori piattaforme online e mobile per fare trading con i CFD
La Metatrader ha il vantaggio di essere la più diffusa e conosciuta dai trader in quanto è presente in molti broker, un'interesse non di poco conto quando abbiamo bisogno di raccogliere più informazioni possibili dai blog e forum a tema. Però, non dimentichiamoci che esistono anche dei broker che non utilizzano Metatrader, ma che piuttosto hanno preferito costruire integralmente la loro piattaforma per operare al meglio con i CFD, l’esempio più eclatante è Plus500, broker professionale esclusivamente progettato per fare trading con i CFD con la Webtrader (la piattaforma più facile da usare). Secondo il nostro punto di vista, il programma di Plus500 rientra tra i migliori.

eToro è un leader anche nella modalità CFD, oltre ad offrire Metatrader dispone di innumerevoli servizi basati sulla filosofia del social trading, dettaglio che permette ai neofiti di apprendere molto più velocemente che con un qualsiasi altro broker.

Ricordo inoltre che i servizi offerti da ogni singolo broker, anche se in possesso della stessa piattaforma operativa, possono avere delle piccole differenze. Non mi riferisco solo al problema dello slippage, dell'effetto leva e alla disponibilità di fare trading h24. Ogni prodotto finanziario ha delle particolarità diverse da un altro, tali che un broker può essere migliore con le materie prime, mentre un altro può rivelarsi più vantaggioso con le valute.

Il grande difetto delle piattaforme di trading CFD
Tutti i grafici dei brokers di CFD sono creati internamente alla loro piattaforma e alla loro clientela, quindi possono differire dal mercato ufficiale. Inoltre, alcuni intermediari offrono un CFD che replicano (più o meno fedelmente) il future, altre piattaforme quotano due CFD diversi, che replicano (più o meno fedelmente) uno l'indice e l'altro il future.

Guida Forex online: